Roma 2017

La Dolce vita… dell’Acconciatura!                               

Alfa Parf, Francesca Silvestri, Cristina Freghieri

Il tour in Italia dell’Acconciatura  2017 “La Dolce vita” con Francesca Silvestri e Alfa Parf,  è concluso.                        

La collezione creata per la donna  attuale  che si destreggia nel ritmo quotidiano del lavoro famiglia e relax, sottolinea l’esigenza attuale del piacere di riscoprirsi femminile e vezzosa.

Giocare con la propria immagine, con i capelli e il make-up, è ricerca della personalità.

Oggi le Acconciature non sono solo per il matrimonio ed eventi speciali, ma anche per una serata gioiosa, e stimolare la donna a sentirsi protagonista con se stessa.

Abbiamo visitato quattordici città italiane ed incontrato i colleghi parrucchieri, appassionati e con tanto entusiasmo nell’apprendere le tecniche di questa collezione. Tante culture diverse  hanno prodotto incontri e confronti interessanti e costruttivi.

 

Sembrava un gioco quel 2 febbraio 2017, quando Francesca ed io, siamo approdate a Roma per il debutto della collezione “La Dolce vita” prevista per il giorno dopo.

Gli organizzatori e responsabili  dell’evento aspettavano  Francesca per  definire gli ultimi ragguagli, c’era tanta emozione da parte di tutti!

In sala, diverse persone stanno lavorando per  l’allestimento.  Dettagli da rivedere per il giorno dopo, poi infine una cena leggera e a nanna.

Il mattino dopo la sveglia suona alle 6,30.

Ci aspetta una giornata intensa. Dopo il caffè tutto inizia con grande fermento. La zona bak stage, ha accolto le modelle, lo stilista Josè Lombardi e tutte le attrezzature necessarie per lavorare.

Il vortice della preparazione delle acconciature e del make-up , è avviato. Le nostre modelle sono tutte molto carine  e partecipi.

Il tempo scorre veloce tra questo e quest’altro.. I fiori, le scarpe, mollette ed extencion, sino alla prova in passerella. Francesca è chiamata ovunque per ogni dettaglio, mentre il tempo corre sempre più veloce.

La prova generale è già emozione.Tutti sono al lavoro. Acconciatori venuti in nostro aiuto con arricciacapelli colori fluo e altro da far girare la testa!

Un toast veloce,  mentre gli abiti sono indossati uno ad uno dalle modelle. I capelli prendono forma velocemente insieme al  make-up, tra incroci di braccia di Francesca e mie.

L’orologio dichiara che l’ora del debutto è vicina.

Giusto una corsa in camera per cambiarsi, mentre in sala la musica segna l’inizio della sfilata.

Francesca è sul palco mentre dietro le quinte del Bak stage, l’emozione è palpabile.

Le ragazze, tutte  bellissime sono in attesa del segnale di entrata. Lo stilista emozionato osserva i suoi abiti da dietro la tenda, e nel frattempo la musica scandisce l’inizio dell’evento.

Si entra in scena.  In sala c’e tanto pubblico, ma ho evitato di guardarlo. La presentazione di Francesca è un successo !

L’affianco sul palco mentre le ragazze si siedono a turno per definire l’acconciatura e sfilare.

Tra musica  applausi e strette di mano del pubblico, il pomeriggio si conclude.

Anche le nostre modelle Ilaria, Daniela, Anna, Carlotta, Veronica e il nostro stilista Josè ci lasciano.

Il pubblico se ne è andato ed ora la sala è tornata vuota come ieri sera.

Pare trascorso un secolo! Ho voglia di lasciarmi scivolare a terra e sdraiarmi come su di una spiaggia.

Invece no, ora ci aspetta la cena conviviale con i primi commenti  del debutto della “Dolce vita”

 

La mattina dopo, il primo corso di formazione della collezione. Il pubblico è quello che ha assistito alla

sfilata il giorno prima.

Al rientro verso Milano la stanchezza si  scioglie sul treno insieme alle nostre  prime impressioni.

Sarà piaciuta la Collezione?

 

Dopo una settimana partiamo per Cagliari                  

L’accoglienza è stupenda. L’atmosfera è magica. “L’aria è buona !” Francesca ride a questa mia espressione, ma conferma. E’ vero l’aria è profumata e sa di pulito.

La mattina successiva inizia la nuova avventura.

Il pubblico dei professionisti  lentamente si lascia avvolgere dalla capacità di Francesca di cogliere le loro aspettative.

Serve coinvolgerli.

Intanto le acconciature della collezione si trasformano.

 

La giornata scorre veloce. Il pubblico assorbe ogni parola e gesto di Francesca. Io mi divido tra il palco e il piacere di cogliere l’interesse del pubblico durante questa formazione.  Lo staff Alfa Parf è presente e attento ad ogni necessità. Ce ne andiamo dopo con un caffè consumato in gruppo e il rammarico di lasciare questo profumo buono dell’aria salmastra di Cagliari

La volta successiva ci aspetta Palermo

 

Trasferire il segreto della tecnica della collezione Acconciatute, è l’obiettivo primario.

Il pubblico è  caloroso e partecipe.  All’inizio  di ogni seminario c’è un momento di attesa silenziosa.

Francesca ha colto questo aspetto e anticipa  la situazione rompendo il ghiaccio confrontandosi direttamente con il pubblico. Tra i tavoli da lavoro decido di iniziare una carrellata di valutazioni sulle acconciature e nasce tra il pubblico una classifica interessante che mi permette di creare una scaletta a fine giornata.

Questo aiuta a capire cosa attrae della collezione.

Francesca decide di arricchire la collezione e regala un’ultima acconciatura al pubblico , una sua creazione. Che dire, tutti entusiasti!! Compresa la nostra modella Valeria.

 

Non è semplice riuscire  a dare al pubblico ciò che si aspetta per non restare deluso.  Il pubblico chiede tanto e chiede di più. Ma è anche interessante tutto ciò che si crea, l’intesa, la comunicazione  e la voglia di crescere insieme.

Ogni rientro a Milano è motivo per analizzare la giornata e capire se correggere alcune cose e dove migliorarle.

 

L’appuntamento successivo è a Brescia                                    

Niente volo, niente treno, ci incontriamo all’alba Francesca ed io, lungo l’autostrada e proseguiamo insieme. Oggi sarà facile, non dobbiamo nemmeno restare fuori per la notte.

Mai rilassarsi!

Arriviamo alla sede di Brescia alle 8,30, dove il fermento è già attivo. Incredibile!!

Tutti già all’opera..Non perdiamo tempo. Organizzazione via !!!

Mentre il pubblico si accomoda in sala , prepariamo la nostra modella Irina

Ormai il finale a sorpresa dell’acconciatura è d’obbligo e Voilà!!!!

Oggi il pubblico è stato molto riservato ma attento e il pomeriggio di lavoro si è consumato in fretta. Il momento della verità lo si scopre quando il pubblico saluta e se ne và.

 

Una foto ricordo con chi ci ha ospitate prima di risalire in auto e tornare a casa.

 

Riflessioni

 Ciò che fa crescere tutti è la voglia di confrontarsi, e Francesca non si sottrae. Ne parliamo spesso di questo seminario in giro per l’Italia e il desiderio che ci accomuna è la voglia di sviluppare  al meglio le possibilità di offrire attraverso l’Acconciatura aperture lavorative ai professionisti che ci seguono e sacrificano la loro giornata di riposo per stare con noi. L’acconciatura è un aspetto  importante della professione del parrucchiere.  

 

E la volta di Campobasso.                           

Questo wek end non si presenta semplice, arriviamo a Napoli in treno, qualche intoppo per trovare un’auto e poi via verso le montagne.

Arriviamo a Campobasso alle 22,30, giusto un boccone veloce in una pizzeria e poi  a dormire domattina si inizia presto.

La sala vuota ha sempre un suo fascino, prima dell’inizio.

E cosi si ricomincia con lo stile e l’acconciatura da sera e da sposa. La collezione “La Dolce Vita” è proprio lo specchio della donna di oggi dinamica, bella, e pronta ad essere protagonista di se stessa.

 

Mi piace osservare il pubblico mentre lavoriamo, e cercare di capire come approcciarlo come conquistarlo e come reagisce alle varie rivelazioni sulle tecniche delle acconciature.

Curioso come la classifica si sposta e si intercalano le varie Acconciature nel gradimento del pubblico. Resta al posto d’’onore, prima in classifica l’Acconciatura “il Cocktail”

E ancora la collezione prende forma e il pubblico ci segue nella teoria per poi passare al lavoro con le pupette già posizionate ai tavoli  Il pubblico è stato partecipe tutto il giorno. Stanche ma soddisfatte lasciamo questo pubblico eccezionale e i collaboratori dell’azienda Alfa Parf,  per riprendere l’auto e andare a Marcianise in provincia di Napoli.

Ripercorriamo il tragitto sopra i monti per tornare verso Napoli con una luna piena splendida  da  fotografare. Arriviamo tardi anche stasera.

 

Marcianise  

Il mattino di buon’ora siamo in auto in mezzo al traffico ma siamo vicine all sede Alfa Parf e arriviamo in anticipo. L’accoglienza è calorosa e dopo un caffè ci mettiamo all’opera. Mentre preparo la modella Marianna, Francesca sistema il video. La sala è piccola ma dal colore rosso che accende l’energia.

Marianna, la nostra modella, è bravissima e interpreta molto bene le acconciature. La sala è stracolma.

I capelli di Marianna sono bellissimi e rendono perfettamente l’insieme.

Anche il make  up, su di lei rende tantissimo.

La  giornata termina verso le 17,00 e, chiusi i bagagli  saliamo in auto verso Napoli.

C’è traffico. Raggiunta la stazione lasciamo l’auto e per riprendere la freccia Rossa e rientrare a Milano.

In effetti sono stati tre giorni intensi

 

 

Il prossimo appuntamento è a Catania

Arriviamo la sera precedente al corso, con uno scenario sul mare indefinibile. Francesca ed io cerchiamo un piccolo ristoro poi decliniamo per la cena in albergo.

Le faccio la proposta di uscire alle 6,30 per fare jogging, nel profumo del mare e dell’aria buona di questo luogo. Pensavo mi dicesse “Ma nooo!!” e invece acconsente. Feliceeeee e vaii !! Saremo in due a correre sul lungomare domattina!

Cosi accade. Ritrovo 6,30 jogging 45 minuti, doccia colazione e… Inizio seminario!!

Giornata fantastica!!  

Alla sera , la stanchezza ha uno spessore diverso dalle altre volte, sarà stato lo jogging?.

Il pubblico è uno specchio che riflette all’istante l’energia, l’entusiasmo o i dubbi.

Questo aspetto è importante per costruire insieme un percorso che resti nel loro bagaglio formativo.

All’appuntamento con “ Il matrimonio della mia migliore amica” l’acconciatura è di mia competenza. Francesca ha accettato dei piccoli cambiamenti che le ho proposto sul risultato. Ogni volta è un esame di fronte al pubblico ma è questo che serve!

Nel frattempo tutti lavorano!!!

In finale ancora una realizzazione a sorpresa per il pubblico regalata da Francesca. E anche oggi la giornata si conclude con grande entusiasmo. Tutti hanno collaborato alla riuscita del seminario, dai responsabili Are manager, ai collaboratori, alla modella stupenda a Francesca che non si risparmia…, e al gruppo

po.

 

Pisa 

Arriviamo a Pisa in tre Francesca …(Francesca non mi ricordo il suo nome .. ) .ed io. Il pubblico è numeroso. Abbiamo  quarantacinque partecipanti in sala

La sala è grande. Qualche problema audio ma poi tutto prende il via.

La classifica delle Acconciature cambia ad ogni pubblico. Rispecchia la visione mentale dei professionisti e del loro pubblico. Ogni città esprime la sua cultura, i suoi perché, i suoi dubbi e certezze. Mentre lavoriamo anche noi impariamo tanto dal nostro pubblico.

Ad ogni incontro nascono accorgimenti e piccole modifiche che rendono la collezione ancora più accattivante nei dettagli e nei particolari.

Riprendiamo il treno per tornare a Milano sotto una pioggia lenta di primavera. Un panino e una birra… come la canzone Dei Dik Dikm  poi la stanchezza condivisa questa volta in tre.

Alla stazione di Rogoredo ,  un abbraccio e tutti a casa per una sana dormita.!!!

 

Civitanova Marche

Arriviamo la sera precedente per essere pronte al mattino alle 8,30

E’ curioso come i parametri  studiati ed elaborati per la collezione assumano aspetti nuovi ad ogni città, con pubblico diverso. .

I capelli sono veri protagonisti della personalità femminile e l’Acconciatura è un abito che ogni donna dovrebbe indossare. Gli argomenti preliminari di Francesca ad ogni seminario, sono catalizzanti nel catturare il pubblico. Ai primi scatti fotografici emerge l’intensità del pubblico e il suo interesse nell’apprendere.

Bari

    

A Bari Francesca è accolta con una grande festa  da un pubblico che già la conosce.  L’entusiasmo in sala è coinvolgente. La giornata scorre con una velocità incredibile. La nostra modella ha solo sedici anni. E’ molto brava e sa interpretare l’Acconciatura con estrema disinvoltura. I suoi capelli rossi rendono diversa l’intera collezione.

Durante la sosta per un panino, ci si concede qualche chiacchiera. Emerge l’interesse al concetto Acconciatura. Terminiamo il seminario con un caloroso saluto del pubblico che non se ne va, e questo  momento ripaga tante fatiche.

Milano                                                  

E’ la volta di Milano, lavoriamo in casa.

Curioso esco al mattino in scooter pe raggiungere la sede in via Santa Marta. Niente treno, niente aereo, niente auto.

Qui pare tutto molto più semplice, siamo a casa il pubblico milanese lo conosciamo e l’approccio al seminario è scorrevole. C’è anche il professionista che è venuto da fuori città come la nostra modella che arriva dal lago di Garda

”Giocare” in casa, fa un altro effetto. Alle diciassette sembra strano lasciare la sala  senza correre in stazione o all’aeroporto. Francesca ed io ci salutiamo all’ingresso come se fossimo state ad una giornata di lavoro quotidiana.

Siamo ormai alla metà di maggio. Il nostro tour sta per volgere al termine.

Forse siamo un poco stanche ma non ne parliamo mai. Ogni volta si inizia con grinta e convinzione.

La collezione  è importante e il messaggio da trasferire è quello di coltivare questo aspetto lavorativo che cattura la sensibilità femminile.  Ogni donna cerca il SUO parrucchiere e ciò che lui trasmette è importante per il pubblico finale. In fondo sappiamo bene che il parrucchiere è il promo consulente di immagine di ogni donna.

E’ la volta di Padova

Alla stazione ci aspetta una pioggia sottile.  Un taxi e poi via al lavoro. La sveglia ha suonato  alle cinque di mattina, ci vuole un buon caffè.  Purtroppo la mia macchina fotografica è in riparazione,  e oggi mi devo accontentare del cellulare.

A mezza mattina la nostra modella ha un mancamento, ci fermiamo per una pausa anticipata per riprendere e proseguire sino a metà pomeriggio con una breve pausa  pranzo.

Oggi il pubblico apre diversi argomenti legati alla possibilità e ai sistemi di sviluppo verso il tema dell’Acconciatura. La giornata oltre al seminario si trasforma in un vero e proprio incontro progettuale. Si aprono dialoghi e confronti  su temi importanti che riguardano la tipologia di donna che può affidarsi all’Acconciatura non espressamente per una cerimonia, ma per tante altre situazioni. Questo sottolinea ancora una volta il valore di sviluppare il concetto Acconciatura nei saloni.

Il pomeriggio quando ce ne andiamo, all’esterno  ci accoglie un sole cocente. Niente taxi una bella passeggiata sino alla stazione per smaltire la giornata è salutare.

Cavaglià                           

L’albergo che ci ospita a Cavaglià è accogliente. La sala è ampia e ha una apertura sul giardino. La stagione promette l’arrivo dell’estate.

Il pubblico è puntuale, numeroso e attento. Non mi aspettavo cosi tanta gente. Lo staff Alfa Parf è attento e gestisce molto bene il suo pubblico. Tutto scorre tra un’acconciatura e l’altra. Dialoghi e domande con tanto interesse. Arriviamo alla fine del seminario con il pubblico che non ci pensa nemmeno ad andarsene.

Torino                                                     

Torino è l’ultima tappa.

Un velo di tristezza mista al desiderio  di concludere questo tour impegnativo, lo condividiamo Francesca ed io, al caffe del mattino prima di iniziare la giornata lavorativa. Poi pronti via, schiacciamo l’acceleratore. Inizio a preparare la modella mentre Francesca si occupa dei video. La carrellata di Acconciature, scorre sul monitor, mentre sul palco le realizziamo. Il pubblico lavora, si appassiona. La classifica si è ribaltata ancora una volta e questo fa sorridere. Ogni cultura ha il suo scenario, gusto e bellezza in cui si rispecchia nel realizzare le creazioni della collezione

Oggi è un giorno speciale, l’ultimo di una serie di incontri. Il pubblico è numeroso, entusiasta e partecipe. Alla chiusura del seminario pochi se ne vanno e restiamo a dialogare con il pubblico e  gli Area manager e assistenti Afa Parf. Infine dopo tante strette di mano, Francesca ed io ci sediamo per un saluto. Abbiamo concluso un percorso insieme e ci  lasciamo con un abbraccio e con la speranza di avere lasciato alle nostre spalle un terreno ricco di semi che cresceranno. “La Dolce vita” dell’Acconciatura ha concluso la sua carrellata, ora sarà il pubblico ad essere protagonista e divulgatore di tutto questo lavoro.                                                          

I ringraziamenti ad Alfa Parf e Francesca Silvestri.

 Foto e testo di Cristina Freghieri                                    

.